la mascotte di Monreale, sul parcheggio che i commercianti trasformano in una simpatica agora. Il cane veste le colori del Palermo solo quando..gioca da cane!

Passavo e il cane mi guardava dall’alto del suo balcone. E la fatica era troppa, cosi ha provveduto subito !

Questi due mi sono rimasti nel cuore perché ogni loro mossa era coreografica, due ballerini sincronizzati. Stanno aspettando il padrone che compra il pane.

Erano tutto nella Sicilia vissuta fino agli anni 60. Sembra che adesso, grazie al turismo, alcune iniziative per dare agli asini un futuro si siano fatto strada.

Il grande aiuto della cavalla durante la mietitura, quando è calma con il puledro accanto a lei che non la lascia mai. I primi migranti negli USA non erano destinati alle fabbriche del Nord, bensì al Sud ove il cavallo era come qui uno stile di vita. Cotone, maiali erano i lavori pesanti per i meno preparati, ma l’amore del cavallo era una lingua in comune.

Bella vero ? è solo un riposino vicino al ristorante…pieno di pesci !

I due cani di quartiere al Teatro Massimo, colti in uno raro momento di pace perché sono d’ordinario del tipo vivace !